Ogni anno volontari che provengono da tutte le regioni italiane trascorrono 15 giorni di intensa ”vacanza”, prestando la loro opera e disponibilità presso gli internati. I volontari sono tutti tecnici specializzati e artigiani. "

La conoscenza delle abitudini locali, dello stato degli internati, il coinvolgimento degli educatori, l’unità del gruppo e una grande generosità son o gli elementi essenziali per una nuova vacanza e  soprattutto per ristrutturare gli ambienti dove vivono i bambini orfani.

Image

In questi ultimi anni gli interventi di ristrutturazione sono stati realizzati presso gli istituti di Senno, Belynici, Vitebsk, Vetrino, Eseritche, Dubrovno, Cernitsy, Telekhany, Svetlogorsk, Riasno, Bescemkovic, Ivie, Jastrabel, Boguscevsk, Slavgorod, alcuni di questi istituti hanno visto la presenza dei volontari più di una volta.

Successivamente all’approvazione definitiva del progetto, un gruppo di lavoro si reca negli istituti al fine di visionare definitivamente ciò che si è deciso di ristrutturare (cucine, servizi igienici, lavanderie, etc...) e verificare sia l’effettiva quantità del materiale occorrente, idraulico,elettrico,edile, sia tutti gli accessori. In qualche occasione sono stati inoltre realizzati lavori in muratura dalle aziende  locali

Il progetto è interamente realizzato nell’arco di 15 giorni, di cui effettivamente lavorativi sono soltanto 12 per via del viaggio aereo di andata in Bielorussia. Il numero delle persone che compongono la squadra operante varia a seconda dei lavori che si è deciso di effettuare. Essa è diretta da un capo cantiere di elevata esperienza e si compone di figure professionali come elettricisti, idraulici, muratori, piastrellisti, falegnami e operatori generici. Della squadra fanno parte anche altre persone addette unicamente alla cucina.

Naturalmente tutti i componenti prestano la loro opera in modo volontario e gratuito. Possono partecipare ai lavori tutti coloro che lo richiedono. In seguito alla richiesta,il responsabile del progetto provvederà alla scelta del personale tramite colloquio o conoscenza diretta