La Fondazione "Aiutiamoli a Vivere" ha predisposto un progetto denominato "Scuola-Fabbrica " che prevede La ristrutturazione degli ambienti per il miglioramento della qualità della vita dei bambini La formazione professionale per i ragazzi da 13 a 16 anni nei seguenti settori produttivi: Artigianato-Agricoltura-Informatica L'attivazione di un laboratorio di Informatica e di Falegnameria l'attivazione di serre per l'ortocoltura e la floricoltura "

Origine del Progetto

La Fondazione "Aiutiamoli a Vivere" ha avviato dal 1991 delle iniziative a favore della popolazione infantile bielorussa, sia attraverso l'accoglienza per brevi periodi di vacanza, di bambini in famiglie italiane sia con gli aiuti umanitari consegnati in loco da personale proprio. I problemi incontrati in questi anni e lo studio delle condizioni sociali della repubblica Belarus, hanno evidenziato come il fermarsi a queste forme di semplice assistenzialismo non riesca a produrre rilevanti cambiamenti.

L'aiuto umanitario puro e semplice rimane utile, ma insufficiente a creare i presupposti per avviare e dare continuità al processo di reinserimento sociale, in modo tale da garantire una reale prospettiva di miglioramento di vita per i giovani. Questa considerazione ha spinto la Fondazione a ricercare una collaborazione più stretta con l'orfanotrofio di Senno, che opera su bambini e giovani svantaggiati.
Da questo contatto e confronto è nata l'idea di costruire un progetto comune che ha come obiettivo finale quello di fornire ai beneficiari un ambiente e degli strumenti conoscitivi per un effettivo superamento dell'emarginazione sociale.
Prima di arrivare all'individuazione dell'orfanotrofio di Senno come progetto pilota, la Fondazione "Aiutiamoli a Vivere" ha effettuato lavori e approntato strutture ed apparecchiature igienico-sanitarie in vari luoghi della Bielorussia; rifacimento completo della lavanderia dell'orfanotrofio di Senno e dei bagni dell'orfanotrofio di Vetrino; fornitura di apparecchiature ad alta tecnologia al centro regionale di oftalmologia di Gomel diretto da progetto Birioukov; rifacimento di un mini-reparto per bambini affetti da mucoviscidosi nell'ospedale n°3 di Minsk; fornitura di 5 studi dentistici in altrettanti orfanotrofi.
Image
Image
Image

Obiettivi del Progetto

Il progetto si propone di contribuire ad un cambiamento culturale che investa gli orfani, gli educatori e gli operatori dell'orfanotrofio e la popolazione che vive nel territorio oggetto dell'azione. L'immissione di elementi positivi quali il ripristino di condizioni di vita igieniche, l'orientamento al lavoro, le attività ludico ricreative con il coinvolgimento diretto della popolazione locale contribuirà ad avviare un processo di trasformazione della visione apatica e negativa del futuro che hanno i ragazzi i quali, diventando protagonisti attivi della propria vita, saranno portati ad avere un atteggiamento più propositivo. Inoltre si intende provare a mutare il modo di far formazione per attivare un processo di reinserimento nella società bielorussa al termine del periodo scolastico.