News

Si parla di Vacanze lavoro in un giornale bielorusso

Si parla di Vacanze lavoro in un giornale bielorusso

In un giornale bielorusso parlano di noi, delle nostra Vacanze Lavoro e del montaggio delle serre.

Di seguito la traduzione dell’articolo originale

“Per i bambini con tutta l’anima
La storia della collaborazione della Fondazione italiana “Aiutiamoli a vivere” con gli istituti di istruzione della regione di Liozno vive da molti anni ed è feconda. Già da quasi 20 anni essa presta sostegno ai bambini di Liozno con mobilità ridotta, bisognosi e da famiglie economicamente svataggiate, ma anche a scuole e altre istituzioni sociali nell’acquisizione dei beni tecnico-materiali, organizza vacanze di risanamento in Italia per i bambini durante l’estate, finanzia opere di ristrutturazione. Persone non indifferenti, interessate alle attività di volontariato, partecipano prontamente ai lavori. Grazie ai loro sforzi, nella provincia di Liozno è stata ristrutturata, attrezzata e in parte ammobiliata la ex scuola internato di Chernitsi, sono stati realizzati lavori analoghi presso il centro di correzione dello sviluppo dell’istruzione e di riabilitazione “Raduga”. Pochi giorni fa è rientrato dalle vacanze dalla soleggiata Italia un gruppo di bimbi e altri due partiranno a settembre. Un anno fa, grazie ai volontari di questa Fondazione, nella scuola media di Veleshkovichi è sorta un’enorme serra per la coltivazione delle verdure e delle semenze. E la settimana scorsa ne hanno installata una simile anche nel terreno antistante la scuola media di Dobromisli.
– Non eravamo i primi della lista, – racconta la direttrice dell’istituto L.V. Jakubova. – Solo durante questo viaggio in Bielorussia gli ospiti dall’Italia hanno pianificato di installare 7 serre in diverse regioni del Paese. Da noi si sono trattenuti 3 giorni.
Come ha sottolineato Ljudmila Viktorovna, l’ha colpita la diligenza con la quale i volontari, ponendosi lo scopo di rendere il mondo un pochino migliore e più buono, hanno lavorato. Senza inoltre considerare l’età. C’erano persone dai 18 ai 60 anni.
– Andavano in cantiere alle 7 di mattina e lavoravano praticamente senza pause fino alle sette di sera. E già alle 9 di mattina del giorno seguente la serra era pronta. Certamente anche noi non siamo rimasti a guardare senza fare niente: a scuola si è formata una squadra di sostegno. Oltre a ciò, grazie al contributo del direttore dell’Impresa Unitaria “PMS di Liozno” Nikolaj Vasilevich Selezniov e alla SPU “Peremont” di Evgenij Mikhailovich Krasavin, siamo riusciti a fornire in anticipo i materiali necessari per l’opera: sabbia, mattoni, assi di legno. Per questo vorrei dire loro un grazie speciale. I volontari hanno sottolineato particolarmente la buona organizzazione del lavoro, che ha permesso loro di realizzare l’opera senza ritardi e subito dirigersi verso un altro luogo.
La serra che ora hanno gli scolari di Dobromisli è molto grande: 6 metri per 21. Ljudmila Viktorovna scherzosamente dice di non sapere come riempirla. Tuttavia aggiunge:
– Certamente troveremo con cosa: pomodori, peperoni, melanzane, fiori. E potremo seminare tutto in piantine, molto più di prima. In questo modo diminuirà il costo dei pasti scolastici dei bambini e dei materiali tecnici di base. E ancora ne rimarrà per i miglioramenti della scuola.
Come si augura il capo dell’ufficio per l’istruzione del comitato esecutivo G.A. Asirjan, che tiene personalmente contatti con la Fondazione “Aiutiamoli a vivere” già da 13 anni, questa visita dei volontari dall’Italia non sarà l’ultima e la collaborazione con la Fondazione continuerà: verranno ancora a visitare la regione di Liozno con nuove idee e progetti.
Ljudmila Birjulkova”

Facebook
Google+
http://www.aiutiamoliavivere.it/si-parla-di-vacanze-lavoro-in-un-giornale-bielorusso
Twitter
Invia per e-mail
SHARE