News

La Fondazione “Aiutiamoli a Vivere” supporta con affetto le nuove generazioni

La Fondazione “Aiutiamoli a Vivere” supporta con affetto le nuove generazioni

La catastrofe di Chernobyl ha segnato la nostra storia. Le radiazioni, assorbite dai genitori, hanno provocato malattie nei figli. Ma l’umanità cerca di rialzarsi anche nei momenti più difficili. In Emilia-Romagna la Fondazione “Aiutiamoli a Vivere” (Fav) – www.aiutiamoliavivere.it –, si occupa dei bambini bielorussi ed è composta da famiglie organizzate in comitati, che li ospitano un mese all’anno per tre anni. I soggiorni giovano ai bimbi perché respirano aria pulita e, oltre alle cure mediche, ricevono affetto e sorrisi. A Bologna, Cristina Coli coordina un gruppo di famiglie che li ospita, curandosi della loro salute grazie anche all’accordo con il Servizio sanitario regionale. Altre iniziative promosse dalla Fav sono i ‘tir della speranza’, per l’invio di aiuti umanitari, o le vacanze-lavoro in Bielorussia, per costruire scuole e ospedali. In questo modo aiuta i ragazzi bielorussi ad avere una speranza. Una di loro, ringraziando la famiglia ospitante, ha scritto: “Noi siamo stati fortunati perché ci avete aiutati. L’aiuto si chiama Italia, si chiama Bologna, si chiama con i vostri nomi. Ha il vostro viso, il vostro sorriso, la vostra disponibilità, il vostro amore. Noi mai dimenticheremo! Spassiba”.

FONTE:ilrestodelcarlino.it

La Fondazione è anche ...

Sostienici con il 5x1000