News

Il giornale di Senno racconta sul Progetto “A.P.I” svolto dai nostri volontari all’Istituto di Sennò

Il giornale di Senno racconta sul Progetto “A.P.I” svolto dai nostri volontari all’Istituto di Sennò

La voce di Senno

№27, 10 aprile 2018

Un bel film sulla vita scolastica

È difficile, oggi, immaginare la nostra vita quotidiana senza la tecnologia dell’informatica, che è sempre più penetrare anche nella sfera professionale. Forse non esiste un’organizzazione, nessuna istituzione, nessuna impresa, che non abbia il suo sito, un account in un social network. E non è un caso, perché questo è il modo più veloce ed efficace per trasmettere le informazioni giuste alle persone. La formula più utilizzata su internet è proprio quella dei contenuti multimediali.

Per sentirsi fotografo o operatore, oggi non c’è nemmeno bisogno di conoscere una tecnica professionale, è sufficiente uno smartphone in mano — così dicono molti. Ma questo è un errore. Prima di premere il pulsante, è necessario sapere cosa e come filmare ma, soprattutto, come presentare correttamente tali informazioni ai consumatori. E qui senza i suggerimenti di un professionista non si può fare niente. Di questo sono convinti anche nella scuola-internato di Senno. Quest’anno l’istituto ha organizzato per gli alunni un intero corso di lezioni sulla creazione di contenuti multimediali. A girare video e lavorare con le foto, i bambini lo hanno imparato da esperti italiani.

L’idea del progetto è nata dal direttore della scuola Leonid Kozlov. È rimasto colpito, Leonid Leonidovich, dal film che i volontari italiani della fondazione “Aiutiamoli a Vivere” avevano realizzato per la propria istituzione: “Ho chiesto ai suoi creatori come imparare a filmare così bene, in risposta hanno offerto di venire da noi e insegnare questa arte agli educatori e ai bambini”.

Alla fine di marzo, a scuola è arrivato Egidio Ponchio. Originario di Padova, è un attivo volontario della fondazione e da molti anni si occupa di foto e video. Ai bambini di Senno l’italiano non si è presentato a mani vuote. In regalo alla scuola la fondazione ha presentato un moderno computer con relativo software per l’elaborazione delle foto e dei filmati. In 10 giorni è stata effettuata la formazione. A voler partecipare alla master class del volontario dalla soleggiata Italia, sono stati in molti. Nel primo gruppo sperimentale sono state iscritte 7 persone — alunni dalla 7° all’ 11° classe, guidati dall’educatore Andrei Izafatau. Nessun oggetto della scuola, nessun angolino del territorio hanno tralasciato i giovani fotografi e videomaker. Tutte le attività dell’istituto e la vita degli alunni sono state immortalate dagli obiettivi delle loro macchine fotografiche. Infine, tutti i risultati creativi sono stati raccolti in un video, la prima è stata mostrata durante un evento di festa. In presenza dei dipendenti e degli alunni della scuola, Leonid Kozlov ha espresso un sincero ringraziamento alla Fondazione e personalmente al signor Ponchio, per la loro attività di volontariato. Un piccolo concerto è stato offerto a tutti come regalo musicale, dagli alunni della scuola.

Per vedere il risultato di 10 giorni di lavoro creativo, si sono riuniti tutti gli alunni della scuola. Dal primo fotogramma si sono levate grida di meraviglia e di gioia: molti dei presenti hanno riconosciuto se stessi e i loro amici in quei volti diverti, interessati, sorridenti sullo schermo. Dopo la visione, i giovani spettatori hanno ringraziato gli autori del film con una standing ovation.

Ma questo progetto non si è concluso. A scuola si prevede di continuare con i corsi e segnare ancora un paio di gruppi di bambini, che vorrebbero padroneggiare le abilità di elaborazione foto e video. Egidio Ponchio seguirà i suoi studenti di Senno attraverso internet. Raccolti foto e video, questi andranno a riempire il sito web dell’istituto e il canale youtube della scuola, che contribuiranno a dare un’immagine positiva della scuola-internato di Senno.

Olga Bondarevich.

Facebook
Google+
http://www.aiutiamoliavivere.it/il-giornale-di-senno-racconta-sul-progetto-a-p-i-svolto-dai-nostri-volontari-allistituto-di-senno
Twitter
Invia per e-mail
SHARE