Vacanze Lavoro

Referente Dognini Giacomo - Galli Pietro Giacomo

Il Progetto

  • Coordinatore Tecnico: Galli Pietro Giacomo – archpietrogalli@libero.it
  • Coordinatore: Dognini Giacomo – [tel: 0363 82237 828153]
  • Coordinatore Tecnico: Pietro Giacomo Galli (tel. 335/6508571)
  • Gestione magazzini: Fabrizio Gualandris – Gioacchino Danesi
  • Rispetto normative bielorusse: Ufficio di Minsk

DESTINATARI DEL PROGETTO

Tutti i comitati che partecipano alla raccolta e preparazione del materiale necerrasio per la esecuzione dei lavori previsti negli orfanotrofi identificati.

PUNTO DI RACCOLTA

Il punto di raccolta, sarà organizzato dal Comitato di Mozzanica, che renderà disponibili i locali per lo stoccaggio e la preparazione del materiale necessario.

INDIRIZZO DEL PUNTO DI RACCOLTA

Comitato di Mozzanica Via Crema, 8 24050 Mozzanica (BG)
Periodo di consegna: entro il mese di giugno
Giorni: tutti i giorni, preferibilmente il sabato pomeriggio
Orari: da concordare preventivamente

TIPO DI MATERIALE

Il materiale dovrà essere diviso in base alle seguenti caratteristiche:

  • Per località di destinazione;
  • In base al suo utilizzo:
    • per essere impiegato sul posto;
    • per essere utilizzato dal personale sul posto e rientrare in Italia alla fine dei lavori (attrezzatura, macchinari);
    • materiale a disposizione del personale che presumibilmente non rientrerà in Italia alla fine dei lavori (generi alimentari per vitto e materiale per uso personale).

TIPOLOGIA DI PROVENIENZA DEL MATERIALE

Materiale acquistato dalla Fondazione

Materiale donato alla Fondazione

Al fine di programmare correttamente la predisposizione della documentazione necessaria per il trasporto del materiale nei vari punti di lavoro e per l’espletamento delle pratiche doganali si evidenziano di seguito alcune raccomandazioni per evitare, nel limite del possibile, disguidi e perdite di tempo che potrebbero creare notevoli problemi nel rispetto dei tempi previsti per gli interventi, già particolarmente impegnativi per quest’anno.

Le norme fiscali e doganali hanno subito recentemente diverse modifiche, ma nel dicembre 1997, con una specifica delega, si è previsto di dotare di nuove regole tutti gli Enti no profit, in parole povere tutte le organizzazioni non a scopo di lucro, fra i quali è inserita anche la Fondazione. Ci permettiamo pertanto di fornire alcune indicazione per predisporre della documentazione corretta in merito alla raccolta del materiale necessario per eseguire questi lavori.

PROVENIENZA DEL MATERIALE

Per il materiale acquistato dalla fondazione:

Documento di trasporto (DDT) intestato alla Fondazione evidenziando che il materiale viene consegnato a Mozzanica per essere esportato all’estero, indicando il luogo di destinazione.
Tali dati devono poi essere riportati in fattura.
La fattura sarà emessa in esenzione di I.V.A., rientrando tale operazione fra quelle previste nell’art. 14 della Legge n.49 del 26.02.1987
Riferimenti: legge n.49 del 26.02.0987 e D.M. 10.03.88 n.379 Art. 1. per le ditte che forniscono i materiali con questo sistema, i corrispettivi delle fatture emesse non concorrono alla formazione del “Plafond”, trattandosi di “esportazione indiretta”. (Ris. Min. 02.09.1991 prot.465082.

Articoli sul progetto Vacanze Lavoro

Informazioni utili ed aggiornamenti sullo stato del progetto

E’ giunta stamattina in Fondazione la Lettera di Ringraziamento per i lavori svolti dai volontari delle Vacanze Lavoro a Slavgorod:

Anno 2014. I volontari italiani sono venuti nella nostra città bielorussa Slavgorod. Hanno proposto al nostro ospedale un progetto di ricostruzione del reparto pediatrico. Allora non si credeva che in tempi così brevi fosse stato possibile fare un lavoro enorme e di alta qualità per rinnovare il reparto pediatrico. Il lavoro dei volontari è partito. Anche i nostri operai hanno dato una mano. E nel frattempo ha avuto luogo l’apertura del reparto pediatrico rinnovato. Tutto è stato fatto qualitativamente e splendidamente. Da allora abbiamo cominciato a chiamare questo reparto “La nostra piccola Italia”. Ora i nostri bambini hanno le condizioni veramente confortevoli per la permanenza nel reparto durante il periodo di cura grazie al lavoro ben organizzato dai volontari italiani della fondazione “Aiutiamoli a Vivere” e della Rappresentanza della fondazione a Minsk.
Però la nostra collaborazione con i volontari italiani della fondazione “Aiutiamoli a Vivere” non è finita. Già nell’estate del 2017, cinquanta volontari sono tornati a Slavgorod. Erano persone di diverse professioni. Questa volta hanno deciso di ristrutturare il consultorio dei bambini. È stato un lavoro enorme. I volontari hanno lavorato durante la loro vacanza, hanno lavorato molto dalle 7 alle 19 senza giorni di riposo. Però sapevamo che tutti insieme facevamo un nobile lavoro, abbiamo aiutato i bambini senza chiedere nulla in cambio. Abbiamo cercato di aiutare i volontari non solo nell’acquisizione dei materiali ma anche nel sistemarsi, nell’alloggio, nella vita quotidiana, nel passare il tempo libero. Spero che ai nostri amici sia piaciuta la nostra città con i suoi paesaggi, la visita del museo e della chiesa. È stato bello vedere che gli italiani non solo sapevano lavorare bene ma anche divertirsi. Li abbiamo visti essere sempre di buon umore e sorridenti. Ci hanno regalato veramente il sole, il sole sul palmo come un simbolo della Fondazione “Aiutiamoli a vivere”. Credo che il padre Vincenzo Bella, in onore del quale è stato rinnovato il reparto pediatrico, e Sant Ermanno, in onore del quale è stato rinnovato il consultorio dei bambini, saranno sempre invisibilmente accanto a noi e aiuteranno nel lavoro con i bambini. Ci auguriamo che le persone che hanno visitato il nostro paese abbiano avuto un’esperienza piacevole di stare con noi.
Vorrei ringraziare Gigi Dognini per l’organizzazione precisa del lavoro dei volontari, Giacomo Galli per il progetto ben fatto, tutti i volontari per il lavoro svolto, le donne – cuoche che hanno lavorato in cucina per dare da mangiare a tanta gente. Vorrei ringraziare la fondazione italiana “Aiutiamoli a Vivere” rappresentata da Fabrizio Pacifici e la sede di Minsk rappresentata da Olga Ganzha.
Vorrei credere che la nostra collaborazione con la Fondazione “Aiutiamoli a Vivere” non sia finita, ma continuerà con i nuovi progetti.”

 

Capo Infermiera                             Ekaterina Hurtak

Ente della sanità “Ospedale Centrale della provincia di Slavgorod”

Anche quest’anno straordinario lavoro dei “Ragazzi” delle Vacanze Lavoro che hanno inaugurato gli studi medici dell’Ospedale di Slavgorod, con taglio del nastro del più giovane e del più anziano dei volontari.



Alcune foto dei lavori dei volontari delle vacanze lavoro a Slavgorod



I volontari del Progetto Vacanze Lavoro della Fondazione “Aiutiamoli a Vivere” ONG hanno appena messo l’ultima mattonella. Complimenti a TUTTI!!!



Nel video i volontari che in questi giorni stanno lavorando a Slovgorod.

sul quotidiano L’Arena di Verona stamattina un articolo sui volontari delle Vacanze Lavoro della Fondazione



Facebook
Google+
http://www.aiutiamoliavivere.it/i-progetti/sostegno/vacanze-lavoro/
Twitter
Invia per e-mail
SHARE